Fratellini di 1 e 3 anni annegano nella piscina di casa: “Siamo distrutti”


Hunter George Smith, 3 anni, e Hayden Lewis Smith, di un anno, sono morti nella piscina di casa della loro famiglia, nello stato americano della Pennsylvania, intorno alle 19:20 di giovedì 18 luglio. Poliziotti e squadre di soccorso sono stati chiamati a casa a Uniontown e hanno cercato disperatamente di salvare i fratelli. I bimbi sono stati soccorsi sul posto e poi trasportarti d’urgenza all’ospedale più vicino. I tentativi dei medici sono risultati vani: i due bambini sono dichiarati morti per annegamento.

La nonna dei ragazzi, Debbie Smith, 46 anni, che ha la custodia dei bambini, ha detto a KDKA che i due ragazzi sono erano sorvegliati da due parenti adolescenti mentre lei si trovava a lavoro.
La loro zia di 16 anni, Abbie Smith, era tornata dal campo delle scuole superiori e aveva concesso un ultimo bagno ai bimbi prima di prepararli e metterli a letto. (Continua a leggere dopo la foto)







Secondo quanto riportano i media locali, la nonna ha detto che i bambini sono usciti di casa, hanno camminato intorno alla piscina fuori terra, su per le scale e poi sono caduti. Le autorità hanno aperto un’inchiesta per capire come come i ragazzi sono finiti in piscina. Dopo essersi accorta che i due erano nell’acqua, ha avvisato il marito che è corso a recuperare i corpi dei fratellini. “È saltato in piscina con tutti i vestiti”, ha raccontato la donna. (Continua a leggere dopo la foto)




Le autorità stanno ora indagando per cercare di ricostruire tutta la vicenda e scoprire in che modo Hunter e Hayden siano finiti in quella vasca. “Erano entrambi molto curiosi, amavano giocare e guardare Spider-Man e Batman, che erano i loro beniamini. Ci mancheranno tantissimi”, ha continuato la nonna. Intanto, gli inquirenti hanno preso tempo fino al pomeriggio di oggi per fare ulteriori approfondimenti prima di parlare alla stampa. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Mercoledì 17 luglio è morta Sofia, la bambina di 12 anni di Parma, che era stata trovata incosciente nella piscina idromassaggio dello stabilimento balneare Texas di Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca. La piccola è morta dopo qualche giorno di agonia. Si trovava ricoverata all’ospedale Opa di Massa, dove era stata trasportata sabato pomeriggio dopo l’incidente avvenuto nella piscina idromassaggio.

“Tuo padre è morto”. Barbara, 53 anni, si sente male e muore dopo poche ore. Una tragedia nella tragedia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it