Ragazza morta sul web, le foto choc in giro per il mondo: cosa c’è dietro


Un modo per rendere originali le sue foto di viaggio. Non più i soliti selfie perfetti di fronte ai monumenti più conosciuti del mondo ma simpatiche immagini in cui Stephanie “muore”. L’artista non imposta nulla o usa oggetti di scena, le immagini sono completamente reali.

Del suo lavoro dice: “Le immagini che gli spettatori vedono sono il 25% di quelle utilizzabili, ecco perché uno scatto di STEFDIES è l’opposto di un selfie: un selfie ha condizioni controllate, illuminazione specifica, trucco, capelli, guardaroba, un’agenda ed è focalizzato sulla personalità individuale, è un’immagine distorta e manipolata per ottenere un risultato desiderato, STEFDIES è l’esatto opposto. Ho una sola possibilità di ottenere lo scatto, se non succede, c’est la vie”. (Continua a leggere dopo la foto)




“Quando ho pubblicato i primi di questi scatti, ho ricevuto un’incredibile risposta da parte di amici e sconosciuti; qualcosa di ridicolo nelle pose o nelle reazioni dei passanti, ha divertito chi ha visto le foto”, ha proseguito Stephanie “Ho realizzato che volevo continuare a portare qualcosa di positivo nel mondo, e allo stesso tempo usare l’arte per sintetizzare i miei sentimenti e pensieri per quanto riguarda la nostra impermanenza su questa terra. (Continua a leggere dopo la foto)



Non a caso lo slogan ufficiale di STEFDIES è “lascia un segno”. Nessuna luce particolare, nessun fotoritocco, nessuna serie di scatti che-poi-scelgo-quello-in-cui-sembro-figa, nessun duck-face: Stephanie, semplicemente, muore. A faccia in giù, capelli spettinati, abiti qualsiasi e, sullo sfondo, i luoghi più famosi del mondo in cui le persone sono solite scattarsi selfie. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Se per alcuni il profilo può sembrare provocatorio e irrispettoso, tantissimi sono i fan che lo identificano come un inno alla vita. Tra Parigi, Londra, il Golden Gate a San Francisco, ecco che tra i luoghi più fotografati al mondo spuntano anche le città italiane di Como, o meglio il faro di Brunate, Roma con lo sfondo dell’Altare della patria, le bellissime spiagge bianche della Sardegna e la suggestiva Amalfi.

Choc in hotel: bimba di 5 anni cade dall’11esimo piano mentre il padre dorme