Dona un rene alla moglie. Così Biagio salva la vita alla sua Concettina


Da una parte Biagio Salerno, 63 anni; dall’altra sua moglie Concettina Giunta, 53enne. La storia che vede protagonista questa coppia di Serra San Bruno, in provincia di Vibo Valentia, è quella di un grande gesto d’amore, di un regalo di una nuova vita dopo tanta sofferenza. Biagio ha infatti deciso di donare un rene alla sua Concettina, affetta da policistosi renale, mettendo così fine a un doloroso capitolo iniziato 6 anni fa, quando la donna è stata costretta a sottoporsi a dialisi in attesa di trovare un donatore per il trapianto.

“Abbiamo pazientato per molti anni – ha raccontato lui dal suo letto l’ospedale alla Gazzetta del Sud –. Poi, quando abbiamo visto che l’attesa si protraeva senza fine, ho deciso di dare un rene a mia moglie perché non voglio più vederla soffrire”. L’intervento, che è andato a buon fine, è stato eseguito giovedì scorso agli ospedali Riuniti di Reggio Calabria. (Continua dopo la foto)








Da lunedì scorso, Biagio e Concettina si trovano agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, dove giovedì si è concretizzato l’intervento e dove la 53ennne, adesso in una camera asettica, dovrà restare per 20 giorni. Ma poi, finalmente, la coppia potrà tornare alla normalità, dopo aver trascorso gli ultimi anni tra visite specialistiche e dialisi continue. Per loro dunque inizia una nuova vita. (Continua dopo la foto)






“Sono passati 5 anni da quando abbiamo pensato di fare questa cosa con mia moglie e voglio ringraziare il dottor Cozzupoli dei Riuniti di Reggio per l’immenso lavoro che ha svolto – continua Biagio – Fortunatamente, grazie ai progressi della medicina, oggi tra viventi non esiste più il problema della compatibilità, infatti i rischi di rigetto si possono combattere attraverso i farmaci.
(Continua dopo la foto)



 


“Nonostante abbia compiuto questo gesto nei confronti di un familiare – dice ancora il 63enne – non nascondo che un po’ di timore ci sia stato, ma fare questa cosa mi ha fatto sentire completamente un’altra persona e ha migliorato le condizioni di vita di mia moglie. Oggi sono un uomo estremamente felice”. Il sindaco di Serra San Bruno ha parlato del gesto di Biagio come di “un esempio per un’intera comunità che ha bisogno di riassaggiare valori profondi, concreti e genuini e non frasi evanescenti sui social”.

Cane fedele trovato raggomitolato accanto al cadavere del padrone ucciso da un treno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it