Prende quel farmaco e perde conoscenza: 27enne in fin di vita. Cosa è successo


Le fobie, si sa, sono incontrollabili. Si può avere la fobia dei gatti, la fobia dei ragni, la fobia dei cani. Ma anche la fobia dello stare in mezzo alla gente o la fobia di volare, che è una fobia che riguarda tante persone. Ma per Sofia Edigarova, modella russa 27enne, quella fobia si è rivelata pericolosissima. La ragazza, che di professione fa la modella e quindi viaggia moltissimo, per volare senza problemi assume in genere dei farmaci calmanti.

Durante l’ultimo volo, però, ha esagerato e ora lotta tra la vita e la morte. La ragazza è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale di San Pietroburgo dove le è stato diagnosticato un avvelenamento acuto. A quanto pare la ragazza avrebbe assunto della metamfetamina per gestire la sua paura di volare mentre era su un volo interno in Russia. La ragazza ha iniziato a sentirsi male durante la tratta dove è stata assistita dal personale che era a bordo ma la ragazza non era cosciente così le hostess hanno richiesto assistenza medica. Continua a leggere dopo la foto








Così l’aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza e la ragazza è stata portata d’urgenza in ospedale a causa del suo “avvelenamento acuto da sostanze psicotrope”, riporta il Daily Mail. Un’amica della ragazza ha fatto sapere al tabloid inglese: “La madre di Sofia è stata avvisata che la figlia è in ospedale ma al momento non conosciamo altri dettagli”. L’aeroporto di Pulkovo, San Pietroburgo, non ha rilasciato alcun commento. Continua a leggere dopo la foto






La polizia locale ha detto che la ragazza è stata ricoverata e che ora i medici si stanno prendendo cura di lei. La sua situazione è stata classificata come molto grave. La paura del volo è una fobia molto frequente. “Volare offre sensazioni poco abituali e intense, per alcuni emozionanti e piacevoli, per altri sinonimo di malessere e ansia – ha spiegato al Corriere la psicologa Francesca Nicoletti – Volare espone alla separazione. Il distacco da terra, dalle sicurezze e la perdita di controllo sulla situazione possono connotare negativamente l’esperienza”. Continua a leggere dopo la foto



 

La ragazza, però, si è servita di una droga molto potente. La metamfetamina, infatti, è una droga usata a scopo ‘ricreativo’. Condivide con l’anfetamina il meccanismo d’azione, basato sul rilascio delle catecolammine a livello sinaptico, in particolare la dopamina, neurotrasmettitore deputato a stimolare la sensazione di piacere e appagamento. In genere viene usata come afrodisiaco o per produrre sensazioni di euforia.

Modella ingrassa con la chemio, il fidanzato la lascia via Facebook poco prima delle nozze

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it