“Chi ha la pensione…”. Mette una lavagna fuori dal negozio e diventa un eroe: la storia, straordinaria, di Salvatore


 

Non c’è la fila di signore tutti i martedì davanti al negozio come si immaginerebbe. “Vengono due o tre clienti, non ne approfittano. Sa un po’ si vergognano, entrano e mi chiedono se possono approfittare dell’offerta con un filo di voce” dice all’Adnkronos il 41enne Salvatore Visone, titolare del negozio di parrucchiere Hairstudio76. Da tre anni nel suo negozietto napoletano di 40 metri quadri nei quartieri Spagnoli, dove lavora con la consorte Maria e una dipendente, offre taglio e piega gratis il martedì alle pensionate al minimo. “All’inizio mia moglie mi ha preso per matto. Sa non siamo ricchi, poi, ha capito. Ha sentito quanto ci riempiva il cuore. Italiane e straniere non faccio distinzione, l’unico ‘requisito richiesto’ è che non se la passino economicamente bene”. Il cartello con la sua offerta campeggia in una lavagnetta davanti al suo negozio. L’iniziativa non ha una scadenza, anzi. (Continua a leggere dopo la foto)








“La promozione sarà sempre attiva. Mi fa felice vedere gli occhi delle signore brillare quando escono tutte risistemate”. Per il futuro Salvatore spera di poter fare di più. “Sogno di fare un crowfounding (la raccolta fondi online, un finanziamento collettivo che ha uno scopo ben definito e comune) per offrire anche una tinta o le meches”. Paura di essere imitato? “Magari, se qualcuno mi copiasse sarei più che felice” conclude, augurandosi che tanti cartelli come il suo comincino a spuntare “da Nord a Sud in tutta Italia”. (Continua a leggere dopo la foto)






Le signore che volessero approfittare dell’opportunità non devono far altro che presentarsi e mostrare il tesserino della pensione minima. Molti commercianti napoletani, dal centro storico alla periferia, hanno abbracciato la causa della solidarietà offrendo gratis caffè (il cosiddetto sospeso), colazione, pizza e quanto possa essere d’aiuto – anche solo regalando un sorriso – a chi non vive in condizione di disagio. In questo contesto l’hair stylist Salvatore Visone ha proposto agli altri commercianti di “fare rete”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“Chi intende offrire caffè, cornetti ma anche una bottiglia di olio, dei fiori, pasta o pane, può mettersi in contatto con me – aggiunge – in modo da dare vita, per mercoledì prossimo, ad una catena di solidarietà”. “Chi ha detto che anche a 80 anni una donna non debba sentirsi amata, preparata, in ordine e pure coccolata – ha raccontato Salvatore al Fatto Quotidiano – e ognuno avesse un po’ più di attenzione verso gli altri l’Italia sarebbe un posto migliore”.

“Questi siamo io e tuo marito…”. Lasciata dall’amante si vendica inviando alla moglie decine di foto hard ma ogni suo proposito precipita. Per lei finisce davvero male

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it