Ragazzi catturano un gatto e lo fanno sbranare dal loro cane


Prendono un gatto che si era nascosto sotto una macchina, lo lasciano sbranare dal loro cane e poi gettano via la carcassa. Sono immagini scioccanti quelle riprese da una telecamera di sicurezza che mostra una banda di adolescenti mentre compie un gesto terribile. L’accaduto, quando i proprietari del gatto si sono preoccuparti per l’insolita lunga assenza dell’animale domestico.

Le telecamere di sorveglianza davanti alla residenza dei proprietari di Sully, il gatto ucciso, ha permesso alla polizia di rintracciare con facilità gli adolescenti. I due sono stati condannati a dodici mesi di rieducazione e per dieci anni non potranno avere nessun animale. I due ragazzi, identificati successivamente, hanno 15 e 17 anni e hanno portato a termine, quello che per loro forse era un gioco, con una crudeltà che spaventa. (Continua a leggere dopo la foto)








Il povero Sully, un gatto domestico, avvistando il cane si era riparato sotto una macchina, i ragazzi hanno ritenuto la cosa diventente, così lo hanno prima preso e poi hanno lasciato che il cane lo aggredisse fino ad ucciderlo. Quando il micio era ormai privo di vita hanno gettato il corpo dentro una siepe. A far partire la denuncia sono stati i proprietari del gatto che non vedendolo tornare a casa da giorni hanno controllato la camera di sicurezza della casa, per capire se c’erano indizi, e hanno assistito alla scena choc. (Continua a leggere dopo la foto)






I due ragazzi sono stati condannati a 12 mesi di rieducazione e per 10 anni non potranno avere animali. La famiglia di Sully è sconvolta dall’accaduto: «Non ci spieghiamo come due ragazzini possano aver compiuto un atto tanto violento verso una creatura innocente», hanno affermato al Daily Mail. ”Quello che ho visto in quel giorno non mi lascerà mai, – ha detto il padrone del gatto brutalmente ucciso – è stato come guardare uno dei miei bambini attaccati. Sully aveva 13 anni ed era uno dei membri della nostra famiglia che passava ogni notte raggomitolato sui letti dei nostri figli e il suo insensato omicidio li ha colpiti profondamente. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“Dire a mia moglie e ai suoi figli che è morto così è stato difficile. – ha proseguito l’uomo – Non dimenticherò mai di guardare i delinquenti divertirsi con quello che hanno fatto e non li perdoneranno mai. Hanno gettato il corpo del povero Sully nei cespugli come un pezzo di spazzatura; e dovevo andare a prendere il corpo e farlo cremare per avere una certa dignità per lui. È stata una delle cose più difficili che abbia mai fatto”.

Papà di 31 anni porta via le armi dalla strada dando in cambio dei buoni per lo sport

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it