“Oddio!”. Va al mare con le figlie e si risveglia così. E può succedere a tutti


Colette Hawker è una donna di 21 anni in dolce attesa, già mamma di Skye Hawker, 6 anni, e Cheyanne Hawker, 3 anni. Un giorno aveva deciso di trascorrere un po’ di tempo al mare, a Devon beach, con le sue bimbe ma quel che le è successo l’ha lasciata sconvolta. La donna aveva cosparso il corpo delle sue due bambine di crema solare protezione 50 ma, per sé, non aveva usato alcun prodotto: non sentiva il sole bruciare visto che al mare era una giornata molto ventosa. Così, per non sentire la sensazione di “appiccicaticcio” sul suo corpo, aveva deciso di non mettere niente. Errore madornale. Perché quel sole era cocente. Il giorno dopo Colette, incinta di 7 mesi, si è risvegliata con un enorme bolla piena di pus sulla sua gamba. La bolla, nel giro di poche ore, è cresciuta a dismisura fino a diventare enorme. Le foto sono impressionante e vi daranno un’idea più precisa di quel che le è accaduto. La donna è stata costretta ad andare al pronto soccorso dove le hanno drenato quella specie di vescica. Ora sta bene. Ma ha deciso di raccontare a tutti la sua storia per evitare che la stessa cosa accada ad altri. Continua a leggere dopo la foto








“Non ho mai usato la crema solare – ha raccontato Colette a Metro – di solito mi scotto giusto un po’ sulle spalle. Ma non mi è mai capitato di scottarmi in questo modo: mi era capitato di diventare un po’ rossa e poi spellarmi”. Ma quel giorno è stato diverso: “Dopo qualche ora al sole, Thomas mi ha detto che ero molto rossa ma io non mi vedevo così rossa perché avevo gli occhiali da sole. Inoltre non sentivo il calore perché c’era tanto vento. Mi sono accorta di quanto fossi bruciata quando sono arrivata a casa”. È lì che Colette che si rende conto che ha le gambe praticamente ustionate. “La sera ho iniziato a sentire sulle gambe la sensazione di tanti spilli conficcati nella pelle, ho iniziato a piangere dal dolore”. Continua a leggere dopo le foto








 


Così Colette si butta sotto la doccia gelata per cercare di far passare quel dolore ma non le passa… La mattina dopo si sveglia con le gambe gonfie e nota una bolla enorme su una delle due. La donna, a quel punto, in preda al dolore assoluto, va al pronto soccorso dove le drenano quella vescica. Dopo aver aspirato il liquido, le rimuovono la pelle sopra, le fanno una fasciatura e le danno degli antibiotici. “Era una bruciatura molto seria”, queste le parole dell’infermiera che si prende cura di lei. “Ora racconto la mia storia per dire a tutti quanto sia importante la protezione solare quando si va al mare: va messa sempre, anche quando sembra che il sole non bruci”. Non dimentichiamolo.

“Amore, che hai?”. Il volto del figlio rapidamente si gonfia, mamma sotto choc. Sperava fosse una reazione allergica…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it