“È mia figlia, è morta!”. Investe una persona e scopre che è la sua piccola di 12 anni


Assiste in prima persona all’investimento di una ragazzina perché viaggiava a bordo dell’auto che l’aveva appena travolta e, senza pensarci un attimo, scende dalla macchina e si precipita subito a prestare i primi soccorsi. Ma non poteva certo immaginare che la vittima fosse proprio sua figlia di dodici anni. Uno choc e una tragedia immani. È successo tutto a Motherwell, North Lanarkshire, nel Regno Unito, nel primo pomeriggio di martedì scorso.

Erano passate da poco le 16 quando Abbie McLaren, questo il nome della vittima, è stata investita da un’auto dopo essere scesa da un autobus. Sul sedile anteriore del passeggero dell’auto investitrice c’era proprio suo padre John che, subito dopo l’impatto, è sceso ed è corso verso la ragazzina per cercare di aiutarla. L’ha riconosciuta quando se l’è trovata di fronte: la vittima dell’incidente era proprio la sua bambina. Un colpo al cuore che è difficile anche solo immaginare. (Continua dopo la foto)








Appena si è reso conto, John McLaren “è semplicemente rimasto lì come completamente congelato, non poteva muoversi o dire niente”, ha riferito un testimone del tremendo incidente avvenuto pochi giorni fa. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi e i paramedici hanno provato in tutti i modi a salvare la vita ad Abbie. Ma trasportata d’urgenza al Royal Hospital for Children di Galsgow, la 12enne è deceduta poco dopo. (Continua dopo la foto)






Come riportano i media locali, la polizia ha fatto sapere che un uomo di 38 anni è finito in arresto e oggi dovrà rispondere delle accuse di fronte alla Corte di Hamilton. Tutta la comunità è rimasta sconvolta dalla morte della 12enne e ha anche lanciato una petizione chiedendo al North Lanarkshire Council di introdurre misure di controllo del traffico sulla strada. “Non riesco a immaginare il dolore e la sofferenza che la famiglia sta attraversando in questo momento difficile e penso che tutti noi vorremmo che un fatto del genere non succedeva di nuovo a nessuno” ha scritto uno degli oltre 8mila firmatari. (Continua dopo la foto)



 


Un cugino di Abbie ha anche creato una pagina GoFundMe in sua memoria, che ha già raccolto quasi 3mila sterline. Numerosi i messaggi di cordoglio e di ricordo della giovane Abbie. “Questa è una tragedia terribile e so che sto parlando a nome di tutti gli alunni, lo staff e gli amici quando dico che la morte di Abbie è stata una perdita devastante per l’intera scuola – ha dichiarato Robert Birch, rettore della Dalziel High School frequentata dalla 12enne – Era una ragazza molto popolare, felice e di talento che verrà ricordata da tutti a scuola e la sua famiglia sarà nei pensieri di tutti noi”.

Antonio 19 anni, morto nell’auto disintegrata: accompagnava il fratellino a scuola

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it