Malore in casa, muore tra le braccia della fidanzata: erano insieme dal liceo


Nessun sintomo, né alcun preavviso. Si è improvvisamente accasciato a terra, senza un lamento, nella sua abitazione di via Tintoretto, a Dolo, nella serata di giovedì, appena terminato di cenare assieme alla sua compagna. Molto probabilmente ad ucciderlo è stato un infarto, come racconta Il Gazzettino, ma a far luce sulle vere cause del malore del decesso ci penserà la magistratura ha disposto un’autopsia.

Emyl Widman aveva 42 anno, un fisico atletico e (apparentemente) sano. Figlio unico (padre veneziano e madre di Dogaletto di Mira), abitava da diversi anni a Dolo assieme alla compagna Katia Pettenò, 42 anni come lui, parrucchiera a Pianiga. Stavano assieme fin dal liceo. All’improvviso il malore e la tragedia. Tra le cause del malore che ha stroncato Emyl potrebbe esserci un infarto fulminante. Si tratta di una grave forma di attacco di cuore, che – a seguito dell’ostruzione di una delle due coronarie principali – interessa un’area estesa di tessuto muscolare cardiaco; da ciò deriva un’alta probabilità di morte improvvisa della persona colpita. (Continua dopo la foto)








In genere, a causare gli episodi di infarto fulminante è un embolo derivante da un trombo o un ateroma; più raramente, è uno spasmo coronarico dovuto, per esempio, all’uso di droghe quali cocaina, anfetamine o metanfetamine. I sintomi dell’infarto fulminante insorgono in maniera repentina e, di solito, consistono in: dolore al petto,senso di stordimento, vertigini, sudorazione, fiato corto, nausea, vomito, senso d’ansia travolgente ecc.
Data la velocità con cui può dar luogo a complicanze fatali per il paziente, l’infarto fulminante richiede una diagnosi e un trattamento immediati. (Continua dopo la foto)






Il cuore è un organo impari, cavo e in prevalenza di natura muscolare, che trova posto all’interno della gabbia toracica, sul centro sinistra. Comprensivo di ben 4 cavità – l’atrio destro, il ventricolo destro, l’atrio sinistro e il ventricolo sinistro – il cuore è la struttura anatomica più importante dell’apparato circolatorio; attraverso l’estesa rete di vasi sanguigni, infatti, esso si occupa di distribuire il sangue ricco di ossigeno e nutrienti ai vari organi e tessuti del corpo umano, allo scopo di mantenerli in vita. (Continua dopo la foto)



 

Infarto fulminante è un modo particolare di indicare una grave forma di attacco di cuore (o infarto del miocardio), che interessa una parte considerevole del tessuto muscolare cardiaco e che per questo ha un’alta probabilità di causare la morte improvvisa della persona colpita. Si ricorda ai lettori che, in medicina, prende il nome di infarto del miocardio la morte, per assenza di flusso sanguigno, di una porzione più o meno estesa di tessuto muscolare cardiaco.

Ti potrebbe anche interessare: Muore per il dolore 24 ore dopo la moglie: erano sposati da 66 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it