Ricoverata tre volte e dimessa: bimba di 10 mesi muore, la diagnosi era sbagliata?


Bimba di 10 mesi muore dopo un ricovero. Hanno tentato in ogni modo di salvarla ma non c’è stato nulla da fare. Era la terza volta che la piccola veniva ricoverata per una sospetta gastroenterite poi la piccola è morta. I genitori della bimba si erano rivolti ai medici tre volte a causa dei pianti continui della bimba. Quei pianti inconsolabili erano il segnale che qualcosa non andasse in lei, i genitori lo avevano capito. Oltre a piangere continuamente, la piccola non mangiava e aveva un corpo molto debilitato.

Era l’11 dicembre quando i genitori, originari del Ghana, hanno portato la bambina dal pediatra il quale ha consigliato loro di andare in ospedale. La bimba è stata portata in ospedale e, per due volte, è stata dimessa. Questo fino al terzo ricovero, questa volta urgente poiché la piccola è arrivata in ospedale in fin di vita. E infatti è stato disposto il trasferimento immediata all’ospedale di Padova. La bimba è stata portata in elisoccorso ma non è servito a nulla. Continua a leggere dopo la foto








Ma cosa è successo veramente? Forse è stata sbagliata la diagnosi? È probabile ma sarà compito dell’autopsia accertare cosa sia successo. Se ne occuperà il medico legale Antonello Cirnelli che dovrà capire se vi sia stata negligenza da parte dei medici ai quali la coppia di genitori della piccola si è rivolta. Per il momento, sono due i pediatri dell’ospedale di Pordenone sotto indagine. Insieme a loro c’è anche il medico assistenziale. Continua a leggere dopo la foto






È il pm Marco Brusegan che ha deciso di indagare i due medici pediatrici dell’ospedale di Pordenone e quello della medicina assistenziale. C’era possibilità di salvare la piccola? È su questo che vertono le indagini. E intanto in città c’è il dolore più profondo. Un dolore che è stato espresso da tutti anche sui social. “Continuo a piangere perché non ci sono parole solo straziante dolore”, scrive Annarita. Continua a leggere dopo la foto



 

E continua: “Rivivo un incubo che per noi, per il nostro piccolo si è concluso bene dopo tanto dolore”. “Povero tesoro e poveri genitori – scrive invece Alessandra – ora saranno loro a che dover accettare un dolore che non troverà mai consolazione”. Non solo dolore sui social, anche desiderio che sia fatta giustizia. Anche il popolo del web vuole che venga a galla la verità.

Bambino cardiopatico viene abbandonato dalla mamma. E in quell’istante cambia la sua vita

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it