Provocano una rissa al pranzo della comunione: scappano senza pagare il conto


Si trovavano a pranzo in un ristorante per festeggiare una comunione, quando, per motivi futili, hanno cominciato a litigare, dandosele di santa ragione con calci e pugni. Ne è nata una maxi rissa conclusasi con la fuga dei protagonisti. I soggetti, approfittando del parapiglia, si sono fatti dare la torta e si sono allontanati senza pagare. (Continua a leggere dopo la foto)




 

 

Un “furto” davvero interessante, dato che i rissosi erano così riusciti ad evitare di pagare il pranzo per ben venti invitati, Il fatto è avvenuto in un locale di Anagni, in provincia di Frosinone. I Carabinieri della zona sono riusciti ad individuare immediatamente i sei protagonisti della vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)



I sei individui sono stati trattenuti in centrale e poi rimessi in libertà, con accusa di “rissa aggravata con lesioni”. Si tratterebbe di un 46 enne, un 36 enne, un 47 enne, un 26 enne e un 40 enne, tutti residenti nella provincia di Frosinone, ed un 46 enne residente nella provincia di Roma. Tutti dovranno rispondere di rissa e danneggiamento mentre il 36enne frusinate anche di insolvenza fraudolenta. (Continua a leggere dopo la foto)



La rissa ha avuto inizio quando uno di loro, per motivi futili, ha colpito più volte con pugni e calci il 40enne, provocando la reazione degli altri tre presenti che hanno continuato a picchiare il malcapitato. Quest’ultimo ha reagito unitamente a un suo parente. Il proprietario del ristorante ha presentato una denuncia per insolvenza fraudolenta in quanto il conto, di quasi 700 euro, non è stato pagato da nessun partecipante.