Sri Lanka, il dramma in diretta. L’ultimo selfie della chef prima della strage


Il drammatico bilancio degli attentati terroristici in Sri Lanka è salito a 290 morti e 500 feriti. Lo hanno reso noto le autorità di polizia, secondo quanto riportato dai media locali. Ma il bilancio di morti e feriti non sarebbe ancora definitivo. Finora le autorità cingalesi hanno confermato la morte di stranieri provenienti da cinque Paesi: Stati Uniti, Gran Bretagna, Olanda, Portogallo e Cina. Si ritiene che siano in tutto 35 le vittime straniere. L’Unità di crisi della Farnesina è al lavoro “per effettuare verifiche” sulla eventuale presenza di italiani.

Intanto, nelle sue raccomandazioni per chi si trova o sta per recarsi all’estero, il Dipartimento di Stato Usa ha emesso domenica un avviso secondo il quale gruppi terroristici potrebbero organizzare ulteriori attacchi in Sri Lanka dopo quelli contro compiuti a Colombo. Secondo l’allerta i terroristi potrebbero attaccare “con pochissimo o nessun preavviso” cercando di colpire “luoghi turistici, stazioni e aeroporti, mercati o centri commerciali, strutture del governo locale, alberghi, club, ristoranti, luoghi di culto o parchi”. Continua dopo la foto








Arrestate almeno 24 persone in Sri Lanka: il portavoce della polizia, Ruwan Gunasekara, ha detto che gli arrestati, tutti del luogo, sono stati interrogati dal Dipartimento di indagini criminali. Il coprifuoco imposto in tutta l’isola è stato revocato ma scuole e università rimarranno chiuse e le negoziazioni di borsa sono sospese fino a nuovo avviso. A rendere ancora più triste le storie, i volti delle vittime e le loro storie. Continua dopo la foto






Come quella di Shantha Mayadunne, una chef molto famosa in Sri Lanka, è una delle vittime degli attentati a Colombo ritratta in un selfie poco prima di morire in una foto pubblicata dalla figlia Nisanga sulla sua pagina Facebook poco prima dell’esplosione all’hotel Shangri. Shanta è a tavola con la sua famiglia, i figli e il marito. «Easter breakfast with family» (Colazione di Pasqua con la famiglia), scrive Nisanga postando lo scatto. Shantha Mayadunne era molto famosa anche per programmi Tv ed era la beniamina della comunità cingalese all’estero. Nell’attentato è morta anche la figlia Nisanga. Continua dopo la foto



 


Shantha Mayadunne, 30 anni nel campo dell’arte culinaria, è entrata nella storia dello Sri Lanka per essere stata la prima chef ad ospitare una programma di cucina in diretta tv. La chef, che ha vinto numerosi premi statali, ha pubblicato due libri di cucina ‘Rasa Bojun’ nel 2001 e ‘Rasa Bojun 2’ nel 2005 e ha viaggiato molto per perfezionare la sua arte. Shantha Mayadunne era molto seguita dalle tante comunità cingalesi nel mondo anche grazie alle sue ricette «veloci e facili», come lei stessa le definiva.

Ti potrebbe anche interessare: Escono di sera per divertirsi un po’ e muoiono insieme nello stesso atroce modo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it