Adottano una bimba, ma appena la portano a casa notano quella sua strana reazione ai suoni dell’orologio. Poi, dopo tanti anni, finalmente capiscono il motivo


La vita è meravigliosa, racconta uno dei film più belli della storia del cinema, ma non sempre si arriva a questa conclusione senza superare delle prove complicatissime. Questa è la vicenda di una ragazzina, che quando era appena nata, è stata abbandonata dai suoi genitori. Un angelo l’ha trovata e l’ha portata subito in ospedale. I medici dopo averla visitata, hanno visto che era in ottima salute e che quindi potevano portarla nell’orfanotrofio della zona.

Questi luoghi, in Cina, sono colmi di bambine indesiderate, che devono badare e se stesse, vuoi per problemi economici delle famiglie, vuoi per il problema ancora irrisolto dell’obbligatorietà del figlio unico. Anche Brett era una di queste, però, il suo destino è cambiato quando Chuck e Kim Walker, hanno sentito la sua storia e hanno deciso di adottarla. Tutto questo è accaduto dopo la morte del loro secondo figlio, nel 2000. (Continua dopo la foto)








Entrambi non avevano mai pensato di fare questo passo, erano troppo distrutti dalla tragedia che li aveva colpiti, ma quando Kim e Chuck hanno sentito parlare della storia di Brett, hanno deciso che volevano fare qualcosa per cambiare la sua vita. La bambina, quando trovò la sua famiglia, aveva solamente un anno e tutti i dipendenti dell’orfanotrofio erano molto felici per lei. Eppure quando Brett arrivò negli Stati Uniti, per lei iniziò una nuova vita. Tuttavia, le cose per la coppia non sono andate come si aspettavano. (Continua dopo la foto)






Un giorno, mentre tutti erano in casa, la bambina ha sentito dei rintocchi di un orologio e in quel preciso momento, Brett, mentre ascoltava, si è girata verso i suoi genitori ed ha iniziato ad emettere i suoni che aveva appena sentito. Kim e Chuck sono rimasero senza parole. Non sapevano più cosa dire. Pian piano si sono resi conto che aveva un dono davvero speciale. La sua voce era davvero meravigliosa. Ora la ragazzina, canta negli stadi e oltre a questo aiuta diverse organizzazioni per bambini, che come lei, vogliono realizzare il loro sogno. (Continua dopo le foto)




 


La piccola, oramai adolescente si chiama Mackenzie Grace Walker ed ha un album registrato in uno dei migliori studi americani. La sua storia è presa d’ispirazione da migliaia di giovani che vedono nella musica opportunità di riscatto e di futuro.

Ti potrebbe anche interessare: “Il medico mi disse: signora mi dispiace. Ancora oggi mi domando che cos’era che gli dispiacesse tanto…” Quando le sue bambine sono nate, le ha guardate e nemmeno allora ha capito: “Guardatele voi e ditemi se lo capite…”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it