Ecografia choc: al 5° mese scopre che il feto ha la sindrome Tetra-Amelia


Jasmine Self, 24 anni, era incinta di 5 mesi quando, attraverso un’ecografia, ha scoperto che il bimbo che portava in grembo, non aveva gli arti. E che quegli arti non si sarebbero sviluppati. Il piccolo era affetto da una rara condizione che affligge solo pochissime persone in tutto il mondo. Il piccolo era affetto dalla sindrome Tetra-Amelia, definita come l’assenza di tutti gli arti, sia quelli superiori che quelli inferiori. Non solo: la sindrome Tetra-Amelia comporta anche severe malformazioni a faccia, cuore, sistema nervoso, scheletro e genitali.

Quando a Jasmine spiegano da che tipo di malattia sia affetto suo figlio, le suggeriscono di abortire. Ma lei e il fidanzato Rondell Wilson decidono che non lasceranno andare il loro bimbo. E che porteranno a termine la gravidanza. Il piccolo RJ nasce il 29 settembre a 29 settimane. Il bimbo nasce piccolino: pesa solamente un chilo ed è costretto a passare i primi due mesi di vita in terapia intensiva. Continua a leggere dopo la foto








Ma sopravvive. E ora sta bene e vive con i suoi genitori a Florence, in South Carolina. Nessuno si sarebbe aspettato che il bimbo sarebbe sopravvissuto. E invece ce l’ha fatta. “Ho scoperto ad aprile di essere incinta – ha detto la signora Self al Daily Mail – ma non sono andata dal ginecologo fino ad agosto. Ho aspettato troppo, lo ammetto. Quando finalmente mi sono decisa a farmi visitare, ho scoperto che qualcosa non andava”. Quando la donna fa l’ecografia, il tecnico le dice che deve prendere un appuntamento urgente con il medico. Continua a leggere dopo la foto






“Quando ho visto il medico ho capito subito che qualcosa non andava: era nervoso mentre mi veniva incontro. Poi mi ha detto la verità: mio figlio non aveva arti”. Ovviamente lo choc è immenso. “Mi sono sentita in colpa – ha aggiunto la ragazza – ho pensato di aver fatto qualcosa di sbagliato ma il dottore mi ha detto che non avevo fatto nulla di male ma che mio figlio aveva anche altre malformazioni e che avrei dovuto abortire”. Ma Jasmine Self e il suo compagno non ci pensano neanche. Continua a leggere dopo la foto



 


La gravidanza va relativamente bene ma, al momento del parto, ci sono complicazioni che impongono che il bimbo resti in terapia intensiva per due mesi. Nonostante la gravità della sindrome Tetra-Amelia, il bambino riesce a cavarsela senza troppe complicazioni. Ora, però, la mamma del piccolo è preoccupata di dover spiegare la malattia al figlio. “A volte mi chiedo come farà da grande – ha concluso – ma poi mi ricordo che in qualche modo se la caverà”. Forza piccolo Rj, il mondo è tuo.

Anna, 31 anni, morta all’improvviso. “Sarai un angelo bellissimo”. Cosa è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it