Laura Burns muore di attacco cardiaco dopo un banale mal di testa


Laura Burns, 32 anni, di Ballymena, nell’Irlanda del nord, si è svegliata una domenica mattina con un forte mal di testa, dopo poco tempo ha perso i sensi ed è morta per arresto cardiaco. Una vicenda assolutamente scioccante che ha lasciato i familiari della vittima senza parole.

La donna, dopo aver perso i sensi, è subito stata portata all’ospedale della zona, dove lavorava come infermiera. Lì hanno tentato in tutti i modi di rianimarla ma non c’è stato nulla da fare. La donna se ne è andata. “Era domenica mattina presto – ha raccontato il fratello della donna a Belfast Live – Laura era a letto con Lorcan quando, di colpo, le è arrivato un fortissimo mal di testa. Laura ha sempre sofferto di emicrania ma in quel caso quel mal di testa le è stato fatale e Laura è morta. I soccorsi non sono serviti a nulla perché ormai aveva riportato un enorme danno al cervello”. Laura, che era attaccata a delle macchine che la tenevano in vita, è morta il giorno seguente. Continua a leggere dopo la foto

 








 

Oltre ai suoi genitori, Laura lascia suo figlio Lorcan e il marito Keelan. La famiglia di Laura ha lanciato una campagna per raccogliere fondi da destinare al reparto di terapia intensiva dell’ospedale che ha tentato di salvare Laura e al Buddy Bear Trust che aiuta le persone con paralisi cerebrale, il disturbo che affligge il figlio di Laura, Lorcan, dalla nascita. Ecco cosa hanno scritto i familiari della donna nella campagna di fundraising che hanno lanciato. Continua a leggere dopo la foto






“Chiediamo ai nostri amici e parenti di donare qualcosa in memoria di Laura. I fondi saranno destinati all’associazione Buddy Bear che, in questi anni, ha supportato con amore e dedizione Laura, Lorcan e Keelan”. Tornando al fatto accaduto a Laura, come è possibile che un semplice mal di testa possa trasformarsi in un arresto cardiaco? La connessione tra mal di testa e attacco cardiaco è complessa. Continua a leggere dopo la foto



 


Non ci sono prove che dimostrino che un mal di testa possa trasformarsi in un arresto cardiaco, ma alcuni esperti sostengono che la connessione possa indicare dei latenti problemi di salute. La ricerca condotta sia su persone che avevano problemi di mal di testa che su persone che non ne avevano, non ha messo in luce nessuna rilevante connessione tra il mal di testa e l’infarto. L’unica cosa che è emersa è che coloro che soffrivano di mal di testa, avevano maggiori probabilità di soffrire di infarto rispetto agli altri.

“Dottore, ho mal di testa”. Poi la verità sconvolge per sempre questa 22enne. Ciò che nessuno mai vorrebbe sapere

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it